strie
strie
 


 



BORRAGINE
Borrago officinalis L.

strie

di Micaela Balice

Nomi popolari: Burage, Burraxa (Lig.), Burros, Boragia (Piem.), Borrajna, Burascena (Lomb.), Borrasene (Ven.), Burazna, Erba d'la torta (Em.), Borrana, Buglossa vera (Tosc.), Napatara (Umb.), Verraine (Abr.), Vorragine (Camp.), Vurrani (Pug.), Burraina (Cal.), Vurraina (Sic.), Burraxi, Limboina, Limba e boe (Sard.)

Della Borragine attrae soprattutto l'azzurro candido del fiore ed i suoi cinque petali che, racchiusi a stella, ricordano il pentacolo simbolo di Venere.
Non solo: dietro i petali si staglia un secondo giro di sepali che nuovamente ripete la magia del cinque.

borragine

Al di là del fiore sono solo foglie spesse, pelose, pungenti, quasi a far scordare la sua bellezza.

Ma le api lo sanno, non badano alle apparenze, sorvolano il verde fino ad appendersi a questi inebrianti calici e lì disperdersi.

Originaria dell'oriente ed introdotta in Spagna, la Borragine è stata considerata sin dagli antichi romani fino ai medici della Scuola Medica Salernitana come un eccellente rimedio contro la malinconia; aggiunta al vino dà coraggio, così come ricorda la parola celtica corrispondente: borrach. E' stata tradizionalmente usata per decorare le case in occasione dei matrimoni. In gallese il suo nome – llawenlys - significa "erba della contentezza".

Genere:
Maschile
Pianeti: Giove
Elemento: Aria
Poteri magici: allegria, si portano addosso i boccioli per aumentare il coraggio, Un infuso di borragine aumenta i poteri psichici.

Sommità fiorite (fiori): pettorali, sedative, bronchiali, depurative, diuretiche, emollienti (vedi Glossario erboristico).
Uso esterno: antipruriginose.

Foglie: colagoghe (favoriscono l'attività della bile), diuretiche, deostruenti. Utili nei disturbi di fegato e milza.
Uso esterno: foglie fresche antiflogistiche (bloccano o rallentano l'infiammazione).

In cucina: foglie nella preparazione di risotti, per colorare la pasta fatta in casa, nei ripieni, in frittate o fritte in pastella.
I fiori colorano l'aceto.

Caratteristiche infuso dei fiori:
Profumo: morbido.
Colore: miele.
Sapore: morbido, dolce.

LA BORRAGINE IN CUCINA

FOGLIE DI BORRAGGINE FRITTE IN PASTELLA:
Fate una pastella con acqua e farina in proporzione 1:1 (una tazza di acqua e una di farina).
Intingete delle foglie di borragine nella pastella e friggetele in olio bollente.
Ponetele qualche minuto su carta assorbente e servitele calde: sono una delizia tipicamente contadina!




© 2010 Testo di Micaela Balice per www.strie.it
Qualsiasi riproduzione, senza esplicito consenso dell’autrice è vietata.

Immagini:
fotografie originali di Micaela Balice

Bibliografia:
AAVV, Le Erbe, Fabbri Ed., 1994
CUNNINGAM SCOTT, Enciclopedia della piante magiche, Mursia, 1992
POMINI LUIGI, Erboristeria italiana, Minerva Medica, 2000
JEAN VALNET, Cura delle malattie con ortaggi, frutta, cereali e argilla, Giunti, Firenze, 1987


 

info@strie.it



strie
TORNA ALLA HOMEPAGE



STRIE Associazione Culturale - Località Cascine 86 10020 Verrua Savoia (To)
info@strie.it - www.strie.it - cell. 3475203280

Grafica e animazioni di Maria Giusi Ricotti - Il Calderone Magico



borragine